+393493186217

Le unità esterne dei condizionatori d’aria sono brutte da vedere e non fanno che deturpare le facciate degli edifici. Basta alzare gli occhi e dare un’occhiata sulle palazzine delle nostre città. Questi mostri orrendi bianchi si trovano dappertutto. Appesi sotto le finestre, appoggiati ai balconi. Purtroppo non se ne può fare a meno. Se vogliamo avere l’aria condizionata in casa dobbiamo sottostare a questa limitazione e installare il motore esternamente, a meno che non scegliamo di utilizzare condizionatori senza motore esterno oppure portatili.

nascondere_motore_condizionatore

C’è un modo per nascondere il motore del condizionatore. Se non possiamo eliminarlo possiamo però occultarlo alla vista. Si tratta di una soluzione pratica ed economica che permette di installarlo anche nei centri storici e di preservare così il decoro della facciata della palazzina.

Un’azienda italiana, Beautyclima, produce un copri condizionatore realizzato in materiale plastico. Può essere verniciato dello stesso colore della facciata per una completa integrazione architettonica, vedi la foto in alto. Non si tratta solo di una copertura architettonica ma anche di un componente che preserva il motore dalla ruggine, salsedine se siamo in una località marina, pioggia, che, nel corso degli anni, fanno diminuire la vita di un condizionatore.

Come abbiamo consigliato infatti è bene coprire l’unità esterna con una copertina apposita se il condizionatore non viene utilizzato per un lungo periodo. Possiamo utilizzare quelle vendute su Amazon che hanno un prezzo di circa 20 euro. E’ importante, una piccola operazione del genere vi permette di preservare il motore esterno e di proteggerlo. Ovviamente dovete ricordare di rimuoverle quando è in funzione il condizionatore.

La cover in plastica di Beautyclima è dotata ovviamente di fessure per l’areazione del motore e riesce non solo a nascondere il motore, ma anche ad abbattere il rumore esterno dello stesso che potrebbe disturbare il sonno dei vicini. Potete anche costruirla voi stessi, dovete avere l’accortezza però di lasciare uno spazio al motore per “respirare” e per avere la giusta areazione.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.